Tag

, ,

Sei uno scrittore/ una scrittrice (anche aspirante)? Ti serve un parere o semplicemente pubblicità per il tuo ultimo lavoro? Chiedimi liberamente una recensione.

Chiedermi una recensione è semplice, basta scrivere la tua richiesta come commento a questo post. Sarò sempre disponibile a recensire il tuo lavoro e posterò la recensione anche in un commento su Amazon.

Devo, però, mettere in chiaro alcuni punti per evitare qualsiasi genere di problemi:

  1. La recensione è gratuita (come è ovvio che sia) ma ho bisogno di una tua copia del libro per farla. Non mi interessa se mi dai un pdf, un E-PUB, un file per kindle (l’email è danieleconventi.dca@gmail.com) o vuoi spedirmi il cartaceo (è una tua libera scelta), ma credo sia giusto che se tu richiedi mi devi anche mettere in condizione di assolvere la richiesta.
  2. La recensione seguirà i dieci punti specificati nell’apposita sezione del blog. Questo comporta che il tuo libro potrebbe prendere 1 come potrebbe prendere 10. Non limiterò il mio senso critico. Se sei insicuro/a ti consiglio di leggere le altre recensioni che ho fatto per crearti un’idea di come “lavoro”.
  3. Sono un lettore piuttosto “vorace” ma ho anche i miei impegni (e questo blog non è il mio lavoro). Quello che ti chiedo è di essere paziente. Cercherò di risponderti nel più breve tempo possibile e far uscire la tua recensione altrettanto in fretta, ma non ti aspettare miracoli .

Aggiornamento del 5/11/2015

Mi piace pensare che il parere di chi mi segue sia importante. Le critiche (quando costruttive) sono un tesoro per chi vuole proporre recensioni ed articoli di qualità crescente.

Recentemente ho avuto modo di confrontarmi (nel privato e sul blog) su quanto sia facile, in una recensione, dare un giudizio che si rivela soggettivo e su quanto questo rischio sia pericoloso, quando si parla di autori emergenti.

Non ho intenzione di farcire tutte le mie recensioni di “credo che”, “secondo me”, “andate a leggere e fatevi una vostra opinione”perchè rischierei di perdere quel poco di qualità che ho raggiunto. Pongo già la mia attenzione a cercare di essere più oggettivo possibile, valutando i lavori in base al tipo di storia e di genere che ho davanti, ma voglio porre un altro filtro di salvaguardia.

Da adesso in poi, insieme al voto generale, inserirò (quando sarà possibile) un secondo indicatore basato sulla media dei voti rilevati in altri siti. Tale indicatore sarà presente solo se riuscirò a trovare altre recensioni del libro in questione (ovviamente saranno accettati suggerimenti su dove cercare) e servirà per dare una panoramica, generale, del parere di altri recensori.

Annunci